PENSIERI POSITIVI PER AUMENTARE LA FELICITA' E IL BENESSERE

Sviluppare un auto dialogo interno positivo significa imparare a guidare quella vocina interna presente nella nostra mente, che ci parla continuamente e che spesso, purtroppo, invece di confortarti e favorirci, ci scoraggia e ci giudica negativamente.

Per vivere una vita felice ed aumentare il nostro benessere è importante imparare ad avere parole e pensieri positivi verso noi stesse, parlarci in modo positivo: diciamoci brave, diciamoci che siamo abbastanza, che stiamo facendo del nostro meglio, che non potremo fare di più, che andiamo bene così come siamo, che nessuno è perfetto, …

Incoraggiamoci, complimentiamoci con noi stesse, valorizziamo i risultati ottenuti, tutte le cose che facciamo e riusciamo ad incastrare, donandoci delle piccole gratificazioni. Basta una piccola attenzione verso noi stesse, una semplice coccola che ci permetta di dirci “Brava!”.

Questo è un ottimo modo per ricaricarci e ritrovare l’energia giusta per ripartire.

Praticare quotidianamente questo autodialogo positivo ti consentirà di farlo diventare una sana abitudine, utile ad aumentare la tua serenità e il tuo benessere.

 

Ti lascio di seguito un semplice esercizio che spero ti sia utile per allenarti nel trasformare quella vocina interna in una voce amica che ti aiuta, ti incoraggia e ti sostiene quando ne hai bisogno.

 

Ecco i 4 passaggi fondamentali:

 

1.       Ascolta la tua vocina interna. Prova ad ascoltare quello che la tua mente ti dice, magari prendine nota su un quaderno e rileggilo. Rimarrai stupita dall’effetto che ti farà vedere nero su bianco le frasi che ti dici e forse ti renderai conto che alle volte sei il giudice peggiore di te stessa.

 

2.       Valuta quello che la tua vocina interna ti dice con una certa obiettività e con un certo distacco. L’obiettività serve a reagire ad un giudizio troppo duro e ad avere la capacità di tenerlo a bada. Prova per esempio a pensare:

·         “questa cosa la direi io ad un altro?”,

·         “proverei a dire una frase del genere ad una persona a cui voglio bene?”.

Questo distacco e l’uscire dalla condizione di inconsapevolezza ti permette di osservare quante volte i tuoi giudizi siano molto più duri nei confronti di te stessa di quello che sarebbero nei confronti di qualcun altro.

 

3.       Prova a metterla in discussione utilizzando queste tecniche:

·         Chiediti “E’ proprio così? E’ sempre così?”,

·         Prova a pensare “Se questa cosa me la dicesse qualcun altro, come reagirei? come mi difenderei?”

·         Oppure “Se questa cosa la dicesse la mia migliore amica di se stessa, cosa le dieri per consolarla e farla stare meglio?”

·         Aggiungi la parola ma alla fine del tuo pensiero negativo e sforzati di terminare la frase in modo positivo. Se alla fine del dialogo interno negativo aggiungi la parolina magica ma e lo concludi con qualcosa di positivo ti sentirei subito più serena e speranzosa. Ad esempio potresti dirti: “Questa volta è andata male ma la prossima volta andrà meglio, ma altre volte è andata bene, ma può capitare, e così via…”

 

4.       Esercitati. Sviluppa una pratica per cui non sopprimi l’auto dialogo ma lo ascolti, lo giudichi con più obiettività e cerchi di metterlo in discussione quando non è finalizzato a migliorare il rapporto con te stessa o ad aumentare il tuo benessere.

 Spero di esserti stata di aiuto e ricorda che ogni giorno possiamo lavorare per essere noi le migliori amiche di noi stesse!

Per eventuali domande, suggerimenti o semplicemente per condividere la tua esperienza puoi lasciarmi un commento qui sotto, sarò felice di leggerlo.

 Un abbraccio!

 Anna