TI RACCONTO LA MIA STORIA

In occasione del mio compleanno ho pensato di raccontarti qualcosa di me utilizzando un acrostico.

Un acrostico è un componimento linguistico in cui le lettere iniziali, in questo caso del mio nome, formano una frase. Ogni frase ti racconterà un pò di me e della mia storia. Un modo diverso e originale per farmi conoscere un pò di più che spero apprezerai.

A come Ariete

è il mio segno zodiacale. Le caratteristiche in cui mi ritrovo sono: positiva, forte, solare ma anche frettolosa, testarda e impulsiva.

N come Nonni

nel mio caso nord e sud si sono uniti in un unico grande abbraccio. La mia mamma infatti è veneta e il mio papà siciliano. Da bambina le mie estati le ho trascorse in Sicilia per trovare la nonna (il nonno non l’ho mai conosciuto). Oggi purtroppo dei miei nonni sia materni che paterni conservo solo un bellissimo ricordo che mi accompagnerà per sempre.

N come Nascondiglio

il mio nascondiglio preferito da bambina era un ripostiglio nel quale mia mamma teneva tutti i prodotti di scorta per la casa. Mi chiudevo dentro e facevo finta di essere la commessa del negozio che vendeva ai clienti “immaginari” che venivano a trovarmi, a volte invece, trascorrevo pomeriggi interi seduta per terra a ritagliare le immagini dei giornali che più mi piacevano per incollarle nel mio quaderno segreto dei sogni.

A come Asilo

Asilo è come lo chiamavo da piccoola, oggi è la scuola materna. Non ci sono mai andata perchè ogni volta che entravo da quella porta iniziavo a piangere e vomitare: semplicemente non ci volevo andare! Così mia mamma disperata si convinse a tenermi a casa con una baby sitter. Si chiamava Mafalda ma io la chiamavo Tata. Ha cresciuto me e mia sorella (che anche lei ovviamente vedendo me a casa non ha voluto andare all’asilo) come una seconda mamma e anche di lei oggi conservo un ricordo meraviglioso!

C come Conservatorio

una delle pagine più tristi della mia infanzia è stato il periodo delle medie. Ho frequentato la scuola media annessa al Conservatorio. Studiavo violoncello e pianoforte ma ben presto mi accorsi che io e la musica non saremo state grandi amiche. Ho finito i tre anni a fatica e non ho mai più preso in mano uno strumento!

A come Amsterdam

amo molto viaggiare e la mia prossima destinazione sarà Amsterdam. Non so ancora esattamente quando ci andrò ma sto già studiando l’itinerario perchè amo i viaggi ben organizzati.

S come Sole

è il nome della nostra cagnolina. Dato che io da bambina avevo una gran paura dei cani (perchè uno giocando mi è saltato adosso buttandomi per terra), non volevo trasmetterla ai miei figli (consapevole anche dei numerosi benefici che i bambini hanno nel crescere con un animale domestico). Così abbiamo preso lei, un incrocio tra un cocker e un bastardino. Era stata abbandonata e destinata al canile ma noi siamo riusciti ad arrivare in tempo e portarcela a casa! Oggi i miei figli la adorano e appena vedono un cane per strada si avvicinano per accarezzarlo (per cui obiettivo raggiunto!).

C come Casa Vacanze Al Conservatore

era la casa dei miei bisnonni in Sicilia . Un posto meraviglioso, in cima ad una collina, un pò isolato, con una vista stupenda sul mare. Un luogo dove regna la pace e la tranquillità e gli unici rumori sono quelli della natura. Oggi mio papà ha ristrutturato quei vecchi “dammusi’ (case in pietra) e ne ha fatto una Casa Vacanze per turisti che arrivano da tutto il mondo. Se per caso hai in programma un viaggetto in Sicilia ti lascio il sito https://www.alconservatore.com/it

O come Ottimismo

sono una persona che ha imparato ad essere ottimista e sto cercando di insegnarlo anche ai miei figli. Se è vero infatti che in ognuno di noi c’è una predisposizione genetica è vero anche che l’ottimismo è un’abilità e come tale tutti possiamo apprenderla. A tale proposito, se ti va di approfondire questo tema, ti suggerisco il bellissimo libro di M. Seligman “Imparare l’ottimismo

N come ‘97

1997 è l’anno in cui ho conosciuto Damiano, mio marito. Eravamo in una discoteca di Padova, io frequentavo il secondo anno di università ed è stato subito colpo di fulmine. Da quella sera sono passati 22 anni e oggi posso dire di aver trascorso con lui più della metà della mia vita. A chi mi chiede “Se tornassi indietro torneresti in quella discoteca quella sera?” la mia risposta è “SI”

E come Ecologia

negli ultimi anni sto cercando di essere più attenta all’ambiente e alla sostenibilità. Preferisco prodotti a basso impatto ambientale e con ingredienti naturali. Penso che ognuno di noi nel suo piccolo può offrire un contributo positivo al mondo, semplicemente avendone cura e cercando di proteggerlo.

Spero tu abbia apprezzato questo modo un pò originale di raccontarmi. Se hai domande o curisosità scrivimi e sarò felice di risponderti.

Ti abbraccio forte.

Anna