COME ORGANIZZARE UNA VACANZE NO STRESS

Partire per una vacanza sembra essere un ottimo modo per combattere lo stress e le tensioni della vita quotidiana ma spesso, se non organizziamo bene il nostro viaggio rischiamo di tornare a casa più stressati di prima. Spesso infatti gli ultimi giorni prima di partire sono, soprattutto per noi donne e mamme che lavorano, un’alta fonte di stress: io per prima mi ritrovo a fare liste infinite per cercare di ricordare tutto ciò che serve, concludere gli impegni lavorativi e sistemare casa per non lasciare troppo casino in giro.

Così, un momento teoricamente piacevole quale il pre-ferie a volte può trasformarsi in un vero e proprio concentrato di tensioni negative che porta, paradossalmente a spendere metà della vacanza per smaltire lo stress accumulato per il fatto di essere andate in vacanza (senza contare che l’altra metà se ne andrà pensando a tutte le cose che dovremo fare una volta tornate a casa).

Ecco allora i miei 10 consigli per cercare di alleggerire la partenza dal punto di vista organizzativo e non farti prendere dall'ansia pre-partenza:

1.      Organizza la partenza anche in vista del rientro lascia il meno possibile in sospeso. Al lavoro come in casa concludi tutto quello che devi fare così da partire serena.

2.      Prepara delle liste con le cose da mettere in valigia e quelle da comprare così da non dover correre al supermercato all’ultimo minuto o rischiare di dimenticarti qualcosa. A questo proposito trovi un regalino in fondo al post!

3.      Concediti una vacanza di almeno 8 giorni . Questo, secondo gli studi, sarebbe il tempo minimo, necessario al nostro cervello, per incrementare la produzione degli ormoni legati al relax e quindi per farci sentire più riposate e rilassate.

 4.      Lascia a casa il lavoro. Ricorda che una vacanza per essere rigenerante deve consentire alla persona di fermarsi ed interrompere il naturale flusso delle azioni.

5.      Non pianificare troppo, prima che ti assalga l'ansia da prestazione anche in vacanza, ricorda che sei in ferie e puoi lasciare spazio alle sorprese o agli imprevisti!

6.      Divertiti ma soprattutto riposati: dormi, rilassati e non avere la pretesa di fare o visitare un sacco di cose in pochi giorni. Vivi ogni giorno nel momento presente, senza pensare al passato o ciò che dovrai fare al tuo rientro.  

7.      Fai attività fisica: Gli scienziati affermano che già dopo 10 minuti di attività fisica l’organismo produce endorfine (tranquillanti naturali) responsabili del benessere psicofisico, per cui ricorda che una passeggiata al giorno toglie lo stress di torno.

 8.      Mangia bene e bevi molto: è molto importante mangiare cibi sani e bere molto, evita le abbuffate da buffet che rischiano di farti sentire gonfia, pesante e compromettere il tuo sonno. 

 9.      Valorizza i momenti di socializzazione: le ferie sono un'ottima occasione per fare nuove amicizie, circondarsi di persone allegre, simpatiche che come te hanno voglia di divertirsi, per cui approfittane.

 10.  Per mantenere a lungo i benefici delle tue vacanze una volta tornata a casa cerca di mantenere delle sane abitudini di sonno, alimentazione e attività fisica.

Io questo mese ho in programma un viaggio super wow che ti racconterò presto, per cui cercherò sicuramente di mettere in pratica tutte queste cose.

Ti lascio qui sotto un regalino che puoi scaricare gratuitamente e che spero ti sia utile nell’organizzazione dei tuoi prossimi viaggi. Si tratta di un promemoria che ho lasciato appositamente in un formato word modificabile così da poterlo modificare e adattare alle tue esigenze.

Lo puoi lasciare sul telefono o stampare fronte/retro e piegare in tre parti così da poterlo inserire comodamente in borsa o in agenda!

Intanto, se anche tu hai in programma qualche viaggetto ti auguro buone vacanze e se vuoi lasciarmi qualche tuo suggerimento qui sotto sarò felice di leggerlo!

 Un bacione e a presto.

 Anna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BAMBINI

  1. Scegliete una location centrale ma non troppo
    Un posto affollato, con tanti negozi, locali e discoteche, offre molti stimoli e divertimenti ai bambini, ma poco riposo ai genitori. L’ideale è trovare una destinazione centrale ma senza troppa movida.

  2. Trovate un hotel davvero family-friendly: non scegliete un hotel che va bene per tutti. Cercate una struttura davvero family-friendly, dove i bambini siano accolti e coccolati, non “sopportati”. E soprattutto che abbia tutti quegli spazi riservati solo a loro come aree giochi, spiaggia vicina e sicura, piscina per i piccoli, nursery, ecc.

  3. Informatevi sull’animazione: l’animazione è uno dei fattori vincenti di una vacanza con i figli. Trovate un hotel dove l’animazione sia coinvolgente ma non invadente, tenuta da professionisti che siano capaci non solo di giocare ma anche di dialogare nel modo corretto con i bambini, aiutandoli a integrarsi, a sentirsi al sicuro e a fare amicizia. L’ideale è un’animazione che dura tutto il giorno ed è disponibile anche ai pasti, così se volete potete organizzare una bella cena a lume di candela mentre il bambino si diverte.

  4. Lasciate tutta l’attrezzatura a casa: quando si parte con dei bambini, caricare la macchina diventa già motivo di stress: giochi per la spiaggia, ciambelle, palloni, passeggini, lettini, fasciatoi e chi più ne ha più ne metta. Ci sono hotel, che forniscono già in loco gratuitamente molte di queste cose, senza bisogno di portarle da casa.

  5. Ristorante a misura di bimbo: il momento di mangiare spesso si trasforma in un dramma per i genitori. È dura dover convincere i piccoli a mangiare piatti troppo particolari per i loro gusti. Individuate un hotel dove il ristorante prepari menù per bambini personalizzabili, con piatti semplici, gustosi e sani come quelli che voi cucinate a casa.

  6. Medico e servizio farmacia: gli imprevisti legati alla salute del bambino sono all’ordine del giorno in viaggio. Ecco perché l’hotel deve essere dotato di medico di fiducia sempre disponibile, sia di giorno che di notte. Non è male poi se fornisce anche un servizio farmacia su commissione:

7.      Preferire location adatte ai bambini. Al mare meglio una spiaggia con la sabbia, piuttosto che scogli e sassi. In montagna, al lago, in campagna, è bene preferire luoghi di villeggiatura poco affollati, dove l’inquinamento è ridotto e sono presenti servizi ad hoc per i piccoli viaggiatori.

8.      Evitare destinazioni troppo lontane. Per i bimbi più piccoli i viaggi lunghi, in macchina o sulle navi, sono molto stressanti e così anche per mamma e papà. Più la meta è vicina più il tragitto sarà rilassante invece che fonte di nervosismo e stanchezza.

9.      Munirsi di un beauty di primo soccorso, con medicinali di prima necessità, per essere preparati ad ogni evenienza. Serviranno: un termometro, cerotti, un disinfettante, tachipirina, fermenti lattici, una soluzione fisiologica, una pomata antistaminica per reazioni cutanee allergiche, collirio, gel di aloe vera.

10.  Viaggiare comodi e attrezzati. Con un cuscino, qualche gioco o un libricino, un passeggino di quelli leggeri e un riduttore da water.

11.  Non dare peso agli imprevisti. Può essere che qualcosa non vada come stabilito: con i bambini è praticamente impossibile fare programmi e poi mantenerli. Meglio dunque prendere le cose come vengono, senza agitarsi inutilmente e, soprattutto, senza litigare addossandosi vicendevolmente le responsabilità; men che meno davanti ai figli. Evitiamo, quindi, di innervosirci per qualsiasi cosa magari incolpando il partner se qualcosa va storto. Ricordiamoci sempre che… siamo in vacanza.

12.   “Le vacanze con i bambini – conclude Cenci – sono qualcosa di unico e speciale. Non dobbiamo permettere a niente e a nessuno di rovinarle. Il tempo scorre veloce e quando i figli saranno grandi, ogni momento trascorso insieme sarà un ricordo indelebile, nella mente e nel cuore.

 

Anna CasconeCommenta