COME AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LA PAURA DEL BUIO

Le paure fanno parte del mondo dei bambini. Purtroppo però noi genitori spesso non sappiamo come gestirle per cui tendiamo a sottovalutarle o a ridicolizzarle.

Tra tutte, penso che la paura del buio sia una delle più difficili da gestire, almeno nell’esperienza vissuta con i miei figli lo è stata. Ti dirò che anch’io ricordo il mio timore, da bambina, di entrare in una stanza buia o di addormentarmi da sola. Ricordo di aver sempre avuto accanto al mio letto un piccolo tigrotto arancione e il mio orsetto preferito. Erano figure ‘buone’, che mi davano coraggio e mi aiutavano a superare le mie paure.

COME AIUTARE I BAMBINI A SUPERARE LA PAURA DEL BUIO.png

Nei mostri e nel buio i bambini concentrano tutte le loro paure: la paura di essere aggrediti, di essere abbandonati, di non essere abbastanza forti, ecc.

A queste paure normali e comprensibili dovremmo evitare, come genitori, zii, nonni o insegnanti di aggiungerne altre, del tipo:
– se non mangi arriva l’uomo nero
– se non dormi arriva l’orco
– se non ubbidisci ti porta via il lupo…
L’educazione deve essere sempre in positivo, e mai in negativo!
Perchè quando si fa paura ad un bambino per ottenere un suo comportamento positivo, lo si disorienta, lo si spaventa, e soprattutto non lo si ‘educa’.

Imparerà semplicemente ad ubbidire per paura e non perchè avrà compreso il concetto di bene/male o di giusto/sbagliato.
Meglio proporre sempre degli eroi positivi, soprattutto attraverso le favole. Personaggi coraggiosi che sconfiggono i cattivi grazie alle loro doti di bontà e gentilezza.

Ecco i miei consigli per aiutare il tuo bimbo a superare la paura del buio:
– adottare un atteggiamento empatico, ossia comprendere la sua paura ma al tempo stesso rassicurarlo, dicendogli che i mostri non verranno nella sua cameretta;
– rassicurarlo sul fatto che il buio non trasforma gli oggetti, non può dargli vita e renderli animati;
– lasciare la porta della cameretta aperta;
– mettere una lucina notturna accanto al lettino;
– mettere nel lettino un pupazzetto che gli infonda coraggio, oppure una nostra sciarpa o maglia su cui sia presente il nostro ‘odore’. Ricordo che Pietro si portava a letto una mia giacchina di pile rossa e la stringeva stretta stretta.

Spero che questi consigli ti siano utili. Se dovessi provare qualcuna di queste strategie, o ne hai altre da suggeririsci, scrivimi e sarò felice di leggerti.

Un bacione.

Anna